La sedia da ufficio: il piacere di lavorare nel comfort

Sedersi al tavolo di lavoro e sentire dolorini alle spalle, alla schiena, scricchiolii alle ossa, contratture muscolari perché siete seduti scomodi, troppo alti o troppo bassi, sprofondati o sulla punta della sedia. Insomma non riuscite a stare seduti bene e cominciate ad agitarvi sulla sedia alla ricerca sempre più infastidita della posizione giusta. E così distratti, il lavoro ne risente.

Ma non dobbiamo cambiare posizione, bensì cambiare sedia e per questo prima di acquistarne una, occorre seguire i tanti consigli che ci propone questo sito sceltasediadaufficio.it.

 

Anzitutto dobbiamo considerare quale tipo di sedia ci serve: stiamo molto tempo al desk a lavorare? Oppure ci stiamo lo stretto indispensabile? E’ una sedia di lavoro o di riunione o di attesa? Facciamo quindi un’analisi attenta delle nostre esigenze e solo al termine, guidati non dall’estetica ma dalla funzionalità, dalla razionalità e dall’ergonomia, passiamo a valutare, nella grande scelta che propone il mercato, la sedia che fa per noi.

Deve poter garantire anzitutto stabilità offrendo le misure adatte ad accogliere la nostra statura e dimensione. Deve quindi essere ergonomica con uno schienale ampio da permetterci comfort, e anche una posizione reclinabile per ottimizzare la nostra seduta. La dotazione di un poggiatesta può a volte non servire ma se usate questa postazione per diverse ore al giorno, può diventare necessaria per distendere il corpo in un momento di relax per sciogliere il tono muscolare.

 

Altri elementi da considerare sono poi la dotazione di ruote per rendere un po’ più facile spostarsi da un punto all’altro non solo del tavolo ma anche dello stesso ufficio.

I braccioli invece non sono sempre indispensabili perché in certi lavori e situazioni potrebbero essere addirittura d’intralcio ai movimenti.

Per finire i materiali di diverso tipo, dalla pelle vera all’ecopelle, dalla rete di maglia al poliestere o plastica ma comunque qualcosa di molto resistente all’usura.
E’ evidente che quanto più sarà accessoriata la nostra sedia e tanto più il prezzo salirà: dalla più economica intorno ai 50 euro a quella intermedia a quella più elevata dai 100 euro e oltre.